• Museo nazionale ungherese
  • Museo nazionale ungherese
  • Museo d'arte applicata
  • Museo d'arte applicata
  • Museo d'arte applicata
  • I ragazzi della via Pál
  • I ragazzi della via Pál
  • I ragazzi della via Pál
  • I ragazzi della via Pál
  • I ragazzi della via Pál
  • I ragazzi della via Pál
  • Bud Spencer
  • Bud Spencer
  • Hot Stone
  • Hot Stone

Budapest

postato in: Uncategorized | 0

Oggi iniziamo il nostro percorso dal Museo nazionale ungherese meritevole davvero della visita (valutate però il vostro interesse) e proseguiamo passando davanti al Museo d’arte applicata con una bella facciata però purtroppo era chiuso per lavori, quindi ci dirigiamo a visitare Holocaust Memorial Center in memoria delle vittime dell’olocausto ungherese, davvero ben fatto.

Da bambino chi non ha letto “I ragazzi della via Pál” il romanzo per ragazzi di Ferenc Molnár? Chi poteva immaginare un giorno di trovarseli davanti? E invece eccoli qua I ragazzi della via Pál.

Altri 2 passi fino alla Corvin sétány e sorpresa troviamo la statua tutta di bronzo alta 2 metri del mitico Bud Spencer. Sul basamento in marmo la scritta, in ungherese, “non abbiamo mai litigato”, le parole con cui Terence Hill ha ricordato il compagno di tanti film.

Quindi decidiamo di andare a visitare la stazione Budapest-Nyugati dove 23 anni prima siamo arrivati a Budapest (momento nostalgia). Lungo la strada ci fermiamo a pranzare al Hot Stone abbastanza caro, ma carne spettacolare!!!

Subito dietro la stazione Budapest-Nyugati c’è il centro commerciale WestEnd City Center dove Monica ha fatto shopping a prezzi davvero convenienti, e va così il resto di giornata.

Itinerario

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *